OMAN - Muscat

Incantevole Epifania in Tour

  • Tour di gruppo
  • 7 giorni / 6 notti
  • 4 stelle
  • Come da Programma

Epifania nel Cuore dell'Oman per conoscere i Segreti del Sultano ed i suoi Tesori. Vi attende un viaggio tra i misteri e profumi d'Oriente, una vacanza adatta a tutti, con possibilità di estensione mare. Ammirerete possenti fortezze, custodi di antichi paesi arroccati sulle montagne o adagiati accanto all'Oceano Indiano, deserti e oasi, fra incredibili meraviglie dell'uomo e della natura.

Ammirare le luci del tramonto dalla cima di una delle altissime dune di Wahiba Sands, è davvero uno dei ricordi più indelebili che porterete a casa al ritorno dal viaggio in Oman.


Attraversando le fantastiche dune rosse incontreremo la popolazione beduina locale, sempre pronta a regalarvi un sorriso, e scoprirete la vera essenza dell’Oman.

Le oasi omanita rappresentano infatti il cuore dell’economia locale grazie ai 3000 pastori beduini, appartenenti a diverse etnie organizzate in tribù, che ancora oggi allevano e accudiscono capre e cammelli e vicino all’interno del deserto. 


Con questo tour visiterai: Muscat, la capitale dell'Oman, i bellissimi Wadi, Wadi Bani Khalid e Wadi Tiwi, il fantastico deserto di Wahiba Sands, il Birman Sinkole,  dove potrai tuffarti nelle acque cristalline che confluiscono dal mare e dal fiume alla base del cratere, Sur la città portuale capoluogo della regione di Ash Sharqiyah con la sua fabbrica di Dhow, la Riserva Natuale di Ras Al Jinz,cfamosa per la quantità di tartarughe che vengono in questa aerea per deporre le uova, il Castello di Jabrin,  la città fortificata di Bahla, quest’ultimo visitabile solo all’esterno,  il piccolo villaggio di montagna di Misfah e  Hamra, tipica oasi omanita.



Partenza garantita di GRUPPO in ITALIANO
VOLI NON INCLUSI: quotazioni su richiesta

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Dettagli

Partenza di GRUPPO garantita, con guida italiana

VOLI:
sono possibili voli di linea da Roma, Milano e Venezia o altre città italiane.
E' consigliabile prenotare con largo anticipo... Chiedete al vostro promotore di fiducia.


Programma di Viaggio


04 gennaio 2020: partenza dall'Italia


Giorno 1 (domenica 5 gennaio): Ahlan Wa Sahlan! Benvenuti in Oman! 

Arrivo all’aeroporto internazionale di Muscat, incontro con l’assistente locale e trasferimento privato in hotel per check in (ore 14:00). Pranzo libero. Dopo pranzo, si parte per scoprire  il primo museo interattivo e unico in Medio Oriente, dove viene offerta un’atmosfera di apprendimento divertente, emozionante, completa di illusioni ottiche, stanze illusionistiche...entrerai in un mondo che ti lascerà a bocca aperta ,È sicuramente un'esperienza immaginabile, perché qualunque cosa tu veda nel Museo delle illusioni , non è ciò che sembra essere. Cena e pernottamento.


Giorno 2 (lunedì 6 gennaio): Muscat - City tour


Dopo la prima colazione, partenza per la visita guidata della Moschea Grande del Sultano (è richiesto un abbigliamento adeguato per visitare la Moschea, le donne devono avere tutto il corpo coperto, anche il capo, per gli uomini è consigliabile pantaloni lunghi e camicia a maniche lunghe), la più grande al mondo, simbolo di eleganza e imponenza, realizzata in marmo di Carrara, con il lussuoso lampadario di cristalli Swarowski e l’immenso tappeto di manifattura iraniana.
Visita del museo Bait Al Zobair, per un’introduzione alla cultura e alla storia omanita. Pranzo in ristorante locale. 

Nel pomeriggio visita della città vecchia di Mutrah, in tempo utile per una passeggiata al tramonto sul lungomare che racchiude il porto: qui è ancorato lo yacht del sultano. Ci si può addentrare nel dedalo di viuzze del mercato più antico del paese, inebriati dal profumo d'incenso e di spezie, dalla fragranza tipica (Amouge) e tra vivaci colori di tessuti e prodotti  tipici.
Tappa fotografica al Palazzo Reale del Sultano (Al Alam), sontuoso edificio dalle colonne intarsiate di mosaici d'oro e ceramiche blu, immerso in un curatissimo giardino con alberi e fiori rari. Visita dall’esterno delle due fortezze gemelle (Al Gilali e Al Mirani), edificate dai portoghesi nel XVI secolo a difesa della capitale.pranzo incluso. Rientro In Hotel.  Cena e pernottamento. Pasti (C-P-C)

La Grande Moschea è aperta al pubblico solo da sabato a giovedì dalle ore 08:00 alle ore 11:00.
– Per le Signore è richiesto un abbigliamento consono al luogo religioso: non è possibile indossare pantaloncini corti, costume da bagno, vestiti succinti senza maniche. Viene inoltre richiesto di coprire il capo con una sciarpa
– Per gli Uomini è richiesto di indossare pantaloni lunghi.


Giorno 3 (martedì 7 gennaio): Wadi Arabyeen - Birmah Sinkole - Wadi Tiwi - Sur (Ras alJinz) (290 Km)

Colazione in hotel e partenza per il viaggio lungo la costa, ammirando la bellezza del paesaggio omanita. Dopo circa un'ora arriveremo all’oasi di Wadi Arabyeen, abitata da tribù beduine, protetta da una parete rocciosa e caratterizzata dai giochi di limpide sorgenti d'acqua dolce, che si snodano sinuosamente tra i rigogliosi palmeti.
L'itinerario prosegue con la visita a Birmah Sinkhole, un cratere formatosi a seguito della dissoluzione delle rocce calcaree, che raccoglie acque cristalline, dove ci si potrà concedere una sosta per relax e bagno. (Le signore non possono indossare il costume da bagno ma magliette a maniche corte e pantaloncini sotto il ginocchio)


Pranzo in ristorante locale


Partenza per Wadi Tiwi, dove si farà una breve passeggiata immersi in un paesaggio mozzafiato, dove si potranno fotografare le aspre rocce, in contrasto con le lussureggianti  palme di datteri e banane. Arrivo a Sur. Check in hotel. Cena in hotel e pernottamento.



Dopo cena partiremo per l'escursione serale per l'osservazione delle tartarughe durante la deposizione delle uova sulla spiaggia. Rientro in hotel. Pernottamento.

Giorno 4 (mercoledì 8 gennaio): Sur - Wadi Bani Khaled - Wahiba Sands (190 Km) 
Colazione in hotel e visita della pittoresca città di Sur, antico porto africano, ancora oggi come mille anni fa è attiva per la costruzione artigianale delle tipiche imbarcazione omanite, i dhow. Visita di un cantiere navale.


Si prosegue verso uno degli scenari più suggestivi del sultanato: Wadi Bani Khaled. L’indescrivibile paesaggio dai vividi contrasti di colore, scaturiti dall'aspro aspetto delle rocce e dalla ricca vegetazione, che si specchiano nelle acque smeraldine. Tempo a disposizione per un bagno nelle lagune del wadi tra le cascate e le piscine naturali. (Le signore non possono indossare il costume da bagno ma magliette a maniche corte e pantaloncini sotto il ginocchio)


Pranzo in ristorante locale. Si prosegue per l'ultima tappa della giornata: il deserto di Wahiba Sands dove avrete l'opportunità di ammirare il tramonto da una delle bellissime dune rosse dopo un fantastico dune bushing in 4x4. Check in al campo tendato. Cena inclusa a buffet e pernottamento.

Giorno 5 (giovedì 9 gennaio): Wahiba Sands - Castello di Jabrin - Bahla - Misfah - Hamra (270 Km) 

Colazione al campo tendato e partenza per la visita di Jabrin, il più raffinato tra i 500 castelli e fortezze del sultanato, risalente al 1670. Proseguimento per il complesso della città fortificata di Bahla, tra le meraviglie riconosciute dall’Unesco, racchiusa da una muraglia di oltre 12 km. Sono ancora visibili i resti degli antichi villaggi in fango. Da qui è possibile ammirare uno dei punti panoramici più suggestivi del paese. Pranzo in ristorante locale. Si riparte alla volta di Hamra, tipica oasi omanita, per una breve passeggiata attraverso i portici del suo villaggio, tra case di fango e canali d'irrigazione risalenti al XVIII secolo. La strada prosegue in salita: dalle alture si potrà godere di un panorama mozzafiato, in cui si scorge il villaggio di Misfah, abbarbicato sui fianchi della montagna.

Sosta per una piacevole  passeggiata tra palmeti e aree terrazzate dedicate all'agricoltura locale, con coltivazioni di banane e melograni. Proseguimento per Nizwa. Sistemazione in hotel. Cena in hotel e pernottamento.

Giorno 6 (venerdì 10 gennaio): Nizwa - Jebel Shams - Muscat (320 Km)

Colazione in hotel. Visita di Nizwa, nota come la perla del Islam, antica capitale dell’imamato dell’Oman del secolo IX, con l’imponente fortezza e l’adiacente castello. Visiteremo il mercato locale, dove si potranno acquistare oggetti dell’artigianato locale, spezie, essenze, stoffe, vasi di terracotta e monili d’argento. Ancora oggi, ogni venerdì si svolge la vendita all'asta di ovini e bovini. Pranzo in ristorante locale. Lasciata Nizwa, ci dirigeremo verso la montagna di Jabel Shams per ammirare l bellissimo Canyon.
Con un’altezza di 3.004 metri sopra il livello del mare, il Jebel Shams costituisce la vetta più alta della Penisola araba. Sulla cima, la vita è molto diversa da quella del resto del paese: il clima è temperato in estate e rigido in inverno.  Nel pomeriggio ci dirigiamo verso Muscat. Arrivo in hotel. Check in. Cena e pernottamento.


Giorno 7 (sabato 11 gennaio): Muscat - Italia (oppure estensione mare su richiesta)
Dopo la prima Colazione, trasferimento in aeroporto in tempo utile per le formalità d'imbarco.

Sistemazione alberghiera (o similare):
Muscat: Holiday in al Seep 3 notti 
Sur: Grand hotel 1 notte 
Wahiba Sands: Sama al Aasal Camp/Arabian Oryx/Safari Deser Camp 1 notte  
Nizwa: Al Diyar hotel 1 notte 



Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Date e prezzi
Prezzo
Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Incluso/Escluso

La quota comprende:
- Trasferimenti, visite, escursioni, pasti: come da programma
- Soggiorno con sistemazione in camera doppia negli hotel indicati
- Trattamento pensione completa

- Tour in auto fuoristrada
- Guida italiana durante il tour
- Ingressi ove previsti, acqua durante il tour e durante i pranzi e le cene del programma, tasse e percentuali di servizio

La quota non comprende:
- Voli di linea dall'Italia per Muscat. 
- Tasse aeroportuali

-
 Quota iscrizione, incluso Assicurazione Medico Bagaglio  € 50,00 a persona
- Assicurazione annullamento facoltativa 3%
- Blocca prezzo facoltativo euro 40,00 a persona
- Visto d'ingresso *  (Su richiesta può provvedere la vs agenzia al costo di euro 35 per il visto di tipo 26A ed euro 70 per il tipo 26B.)
- Mance, bevande, extra di natura personale e quanto non indicato

* Visto d'ingresso:
Per visitare l'Oman è obbligatorio, oltre al passaporto valido sei mesi dalla data di arrivo,  effettuare la richiesta di visto da parte dei cittadini italiani prima dell'ingresso nel Paese tramite il sito della Royal Oman Police (https://evisa.rop.gov.om/en/home). 
I visti turistici per l'Oman sono di due tipologie in base ai giorni di permanenza nel paese: 
A) tipologia 26A - Per soggiorni fino a 10 giorni il visto ha un costo di OMR 5 e deve essere utilizzato per entrare nel paese entro un mese dalla data di applicazione. E' rinnovabile solo una volta e sempre e solo per altri 10 giorni. 
B) tipologia 26B - Per soggiorni fino a 30 giorni il visto ha un costo di OMR 20 e deve essere utilizzato per entrare nel paese entro un mese dalla data di applicazione. E' rinnovabile solo una volta sempre e solo per altri 30 giorni.


Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Appunti di Viaggio

DOCUMENTI
Il documento di riconoscimento da presentare  è il passaporto con validità residua di oltre sei mesi dalla data di rientro (valido per soggiorni turistici fino a 30 giorni).
* Visto d'ingresso:
Per visitare l'Oman è obbligatorio, oltre al passaporto valido sei mesi dalla data di arrivo,  effettuare la richiesta di visto da parte dei cittadini italiani prima dell'ingresso nel Paese tramite il sito della Royal Oman Police (https://evisa.rop.gov.om/en/home). 
I visti turistici per l'Oman sono di due tipologie in base ai giorni di permanenza nel paese: 
A) tipologia 26A - Per soggiorni fino a 10 giorni il visto ha un costo di OMR 5 e deve essere utilizzato per entrare nel paese entro un mese dalla data di applicazione. E' rinnovabile solo una volta e sempre e solo per altri 10 giorni. 
B) tipologia 26B - Per soggiorni fino a 30 giorni il visto ha un costo di OMR 20 e deve essere utilizzato per entrare nel paese entro un mese dalla data di applicazione. E' rinnovabile solo una volta sempre e solo per altri 30 giorni.

Il CLIMA
L’Oman è diviso in tre zone climatiche: a Nord e ad Est il clima è Mediterraneo, mentre il Sud e l’Ovest godono di una influenza tropicale con l'arrivo di aria fresca portata dai Monsoni da Giugno a Settembre. Nel Centro del Paese prevale un clima desertico. L’Oman gode di due stagioni: un’estate di otto mesi (da marzo a ottobre) e un inverno di quattro mesi (da novembre a febbraio); le temperature variano anche in base all’altitudine e alle diverse regioni.
L’inverno è caratterizzato da temperature diurne comprese fra 25° e 30° C sulle coste e in pianura, fra i 15° e i 25° C al di sopra dei 1.800 metri, mentre l’estate  è caratterizzata da una grande differenza in termini climatici fra il Nord e il Sud del Paese. La Regione Meridionale del Dhofar è soggetta ai fenomenici monsonici con temperature che si aggirano fra i 25° e i 30° C, una forte umidità e correnti marine più accentuate.
Nei mesi più caldi, da Maggio a Settembre, a Nord e al Centro dell'Oman, le temperature superano i 40°: si possono visitare le zona interne e montuose del Paese, effettuare soggiorni mare o praticare il diving e snorkeling (quanto la visibilità dei fondali è migliore).

OMAN, TERRA DA MILLE E UNA NOTTE

Terra fiabesca di Sinbad il marinaio e della regina di Saba, intriso dal fascino della Via dell’Incenso e del Deserto, con 1.700 km di coste, i wadi e le montagne, il Sultanato dell'Oman è uno stato asiatico situato nella porzione sud-orientale della penisola arabica.
Ha un’estensione maggiore dell’Italia ma conta solo 2.400.000 abitanti. La popolazione si concentra in due aree geograficamente distinte: il Nord e il Dhofar, separate da un’ampia distesa desertica di circa 800 km che si caratterizza per la presenza del deserto di sabbia (Rub al-Khali), il Sabkha (lago salato di Um Al-Samin) e l’Hamadas, cioè il deserto roccioso di Jiddat el Harassis e le dune (Sabbie di Wahiba).

CITTA'
IMPORTANTI
Muscat
...è la capitale dell’Oman nonché la città più grande del Sultanato. Porto commerciale sull'omonimo golfo di fronte alle coste iraniane, conosciuto fin dal II secolo per la preziosissima resina che da qui veniva trasporta verso il Mediterraneo. Oggi la città conserva un aspetto medievale la cui fortuna economica è dovuta principalmente alla posizione geografica e al clima temperato grazie all’influenza dei monsoni africani, elementi che la rendono una meta interessante e gradevole.
Bellissime le due roccaforti: Al Jalali e Al Mirani.
Altrettanto bella è la Moschea del Sultano Qaboos, la terza più grande del mondo e luogo di culto più importante dell’Oman. I visitatori possono entrare per ammirare gli interni e il più grande tappeto persiano del mondo tessuto in seta. Indispensabile per la visita abbigliamento sobrio: le donne devono avere il capo, le gambe e le  braccia coperte, gli uomini camicia e pantaloni lunghi.
Muscat è l’unica città della penisola arabica che può vantare una Royal Opera House, inaugurata nel 2011 per volontà del Sultano Qaboos Bin Said con la rappresentazione di "Turandot" di Giacomo Puccini nel nuovo allestimento del M° Franco Zeffirelli. Ogni anno vengono rappresentate importanti opere liriche, musicali, balletti ecc..
Interessanti anche i musei, in particolare il Museo Muscat Gate che ripercorre le tappe fondamentali della storia della città dalla fondazione ai giorni nostri.
Il Mutrah Suq è il più famoso mercato della città. Qui le bancarelle straripanti di merci di ogni tipo. 
Note: diving
La ricchezza dei fondali rende il Sultanato dell’Oman una destinazione ideale anche per gli amanti delle immersioni che vengono proposte da numerose agenzie locali. Negli ultimi anni il diving è divenuto uno sport che ha ottenuto un grande prestigio anche grazie alla riserva naturale delle Isole Daymanyat: un gruppo di 9 isolotti situati a 1ore e 30 di viaggio da Muscat che offre uno spettacolo naturale di immensa bellezza grazie ai coralli e un’abbondante flora marina, incluse le tartarughe marine, che si riproducono in quest’area. I club diving a Muscat organizzano delle escursioni più o meno regolari in base alla stagione.
Gli oltre 25 bellissimi siti diving ospitano oltre 900 specie di pesci e 85 varietà di coralli: qui è infatti possibile osservare gorgonie tropicali, razze, squali neri a tante altre specie. La grotta dell’isola di Fahal e la baia di Bandar al Khiran sono tra i siti diving più famosi. La zona del Dhofar è una destinazione poco esplorata: questa è l’unica regione in cui le acque tropicali coabitano con quelle della regione temperata (è possibile grazie alla presenza dei monsoni che fanno risalire le correnti fredde in superficie).
Tradizioni ed eventi a Muscat
Royal Opera House di Muscat : la città è l’unica della penisola arabica che può vantare una Opera House. Inaugurata nell’ottobre del 2011 propone spettacoli vari come balletti, recital, concerti jazz, opere liriche. Il Sultano appassionato di musica, lo ha fatto realizzare nel cuore della città e testimonia lo sviluppo culturale del Sultanato.

Bahla

Cittadina di indicibile fascino situata nella regione di Ad Dakhiliyah, nella parte centro-settentrionale dell’Oman. Bahla è famosa in tutto il paese per le sue ceramiche e per l’antico Fort Bahla, tutelato dall’UNESCO come Patrimonio mondiale dell’umanità.
La città sorge in un’oasi circondata da un’area desertica caratterizzata dal susseguirsi di basse e spoglie colline.
La storia di Bahla è strettamente legata a quella dell’omonimo forte, costruito tra il XIII ed il XIV secolo e rappresentò una roccaforte inespugnabile.

Jabreen
Il forte di Jabreen costruito nel XVII secolo è forse uno degli esempi più belli dell’architettura militare omanita in perfetto stato di conservazione. La fortezza aveva una doppia funzione: militare e residenziale. Splendidi i soffitti intarsiati e le numerose stanze corredate con oggetti d’epoca. Il forte è nella lista dei siti protetti dall’UNESCO.

Al Hamra
Paese semi abbandonato che tanto richiama lo stile yemenita. Hamra è famosa per le sue case di fango e il grande palmento.

Misfat
Misfat Al Abrein, pittoresco villaggio arroccato sul fianco di una montagna, circondato da dirupi e da piantagioni di datteri. Un luogo incantevole dove il tempo sembra essersi fermato; sarete colpiti dalla semplicità e dalla disponibilità dei suoi abitanti.

Nizwa
Detta anche Perla dell’Islam, Nizwa è un importante centro religioso e commerciale posizionato in maniera strategica tra la costa attorno a Muscat e l’interno del paese nella regione Ad Dakhiliya. Antica capitale dell’Oman la città crebbe attorno ad un suq e ad una splendida fortezza. Tra il VI ed il VII d.C. la città conobbe il suo massimo splendore e successivamente rimase sempre un importante snodo commerciale, culturale ed istituzionale.
Meraviglioso il suo centro storico, tra i più antichi e meglio conservati dell’Oman: la fortezza è di forma circolare e risale al XVII secolo
Il suq, circondato da imponenti mura con bellissimi portali in legno, sorge all’ingresso della città e si sviluppa tra stretti vicoli, archi e palazzi incorporati nelle mura. Nel suq oltre alla vendita diretta di cibi, spezie e tessuti, gli artigiani realizzano e vendono manufatti in argento e rame. Ogni venerdì mattina, ad un’estremità del suq, si tiene il mercato del bestiame, a cui partecipano decine di allevatori della zona con i loro capi, prevalentemente vacche, capre e pecore. Il luogo di culto più importante di Nizwa è la Masjid Sultan Qaboos, un’imponente moschea, con la sua cupola blu e dorata.

Nakhl
Nakhal famosa per le sue sorgenti calde ed un maestoso forte,

Barka
Situata a 80 km a ovest di Muscat, la cittadina conserva una Fortezza e un’abitazione tradizionale restaurata in grado di dare un’idea di come vivessero i ricchi omaniti delle passate generazioni

Sur
Sur città portuale sulle coste del Golfo di Oman. Fondata intorno al VI secolo Sur crebbe grazie ai fiorenti traffici mercantili lungo le coste del Mar Arabico. La crescita della città subì un drastico ridimensionamento verso la fine dell’Ottocento con l’apertura del Canale di Suez.
Oggi Sur rappresenta una località ideale per rilassarsi in riva al mare senza essere assediati da folle di turisti. La cittadina, infatti, è pressoché sconosciuta al turismo di massa e vanta lunghe spiagge sabbiose, un mare limpido e caldo ed un clima straordinario. Oltre al relax balneare è possibile effettuare escursioni naturalistiche come quella a Ras Al Hadd, spiaggia dove le tartarughe marine nidificano, o la traversata a dorso di cammello del Wahiba Sand, uno spettacolare deserto che si estende poco distante da Sur. Gite in barca e snorkeling per ammirare i fondali oceanici.

Salalah

La seconda città dell'Oman, ma completamente diversa da Muscat. Situata nell’unico angolo d’Arabia colpito dal monsone estivo indiano, è la miglior base di partenza per la visita dei villaggi e dei siti archeologici dell'Oman meridionale. Le rovine di Al-Balid, dov'era situata l'antica città di Zafar, sono a 5 km a est del centro, sulla costa. Lungo la strada che porta a Mughsail, circa 5 km a ovest di Salalah, ci sono alcune bellissime spiagge.

Eventi e Cultura
Reso famoso dalla sua produzione di incenso, d’estate il Dhofar si anima con feste ed eventi: nella capitale Salalah, il Salalah Kareef Festival e il Salalah Festival, ogni anno attira più di un milione di visitatori da tutti i Paesi del Golfo Arabo: si svolge da metà luglio a fine agosto.
Salalah, la capitale del Dhofar, in estate diventa teatro all'aperto per concerti, spettacoli folcloristici ed attività per le famiglie con bambini (fra cui il "festival dell'aquilone").
Ricca di cultura e tradizioni, la regione del Dhofar è nota anche per il deserto Rub Al-Khali e la città perduta di Ubar; le spiagge di Mughsail e il famoso Wadi Darbat, gli scavi di Taqa e le vestigia nella via dell’incenso nel porto regio della regina di Saba.

Il Dhofar e la raccolta dell’incenso
E' emozionante ammirare i beduini durante la raccolta della resina pastosa che ha fatto la ricchezza del Sultanato nell’antichità e nel Medioevo. L’estrazione si fa in maggio e giugno, la lavorazione durante l’estate, per essere poi pronta a settembre per il grande mercato dell’incenso. L'Antica Via dell'Incenso, con gli alberi di Wadi Dawkah e l’oasi di Shisr-Wubar oltre all’antico porto di Khor Rori sono protetti dall’UNESCO come patrimonio dell’Umanità.
La visita a Salalah (e, in generale, nel Dhofar), è consigliata nei mesi da Ottobre ad Aprile. Nei mesi estivi non si organizzano tour in questa regione. a causa delle alte temperature, piogge abbondanti e fortissima umidità. Inoltre non sarebbe possibile un soggiorno mare.
Subito dopo la stagione dei Monsoni, però, Il Dhofar e Salalah offrono una spettacolo meraviglioso: le vallate sono ancora verdissime e il contrasto tra la folta vegetazione e il deserto e bellissimo. Inoltre, le spiagge e il mare tornano ad offrire la loro bellezza e ospitalità...

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!

Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!